PESCE SAN PIETRO

 
 



 

 

 

Il Pesce S. Pietro: (Zeus faber) Possiede un corpo compatto e ovale (30-60 cm ), la bocca carnosa e ampia. Sulla pinna dorsale vi sono dei lunghi filamenti, le pinne pettorali sono molto sviluppate. Il colore del corpo grigio-giallastro, sfumato sui fianchi dove spicca una rotonda macchia bluastra. Vive isolato sui fondali sabbiosi e arenosi. Ha carni bianche, molto ricercate.

 
 

 

Dove vive

 
 

Vive isolato o in piccoli gruppi su fondali fangosi o tra la Posidonia, il profilo appiattito gli consente di avvicinarsi alle prede senza essere visto. Non un buon nuotatore e si muove a scatti utilizzando la bocca protrattile come rapido strumento di cattura. E' comune in tutto il Mediterraneo fino a 300 m, pi conosciuto in Adriatico; i giovani stazionano in acque relativamente poco profonde ( 70-150 m), mentre gli adulti in acque pi profonde.

 
 

 

Come si pesca

   

Si pesca con reti da traino, da posta e palamiti. Con la rete a strascico vengono catturati individui tra 3 e 60 cm di lunghezza.

Come si consuma

Ha carni ottime particolarmente apprezzate per la loro delicatezza. Si consuma solitamente fresco, garanzia di freschezza sono gli occhi che devono essere sporgenti, se sono affossati il pesce vecchio di qualche giorno.

 
 

Tutti i diritti riservati - webmaster Santo Acciaro